Piero Chiambretti: “Vorrei fare ‘Il portalettere’ in Mediaset”


Il flop dello scorso anno ha segnato, ma non troppo, Piero Chiambretti. Il presentatore torinese si ripresenterà ai blocchi di partenza della stagione televisiva 2013 con un nuovo programma. Sta discutendo con Mediaset per la produzione di un programma che lo riporta indietro di tanti anni, quando esordì in Rai: Chiambretti infatti vorrebbe riproporre “Il portalettere“, un programma condotto su strada in alcune città italiane. Un programma dai costi comunque ridotti, che andrebbe a sposarsi bene con la riduzione dei costi che Mediaset sta promuovendo. “Negli anni in cui sono stato a Mediaset non erano ancora arrivati la crisi e il lodo Mondadori. Oggi soffre come tutte le altre aziende. Mi sono ridimensionato, torno sul marciapiedi. L’idea è di rifare Il portalettere in alcune città campione: Milano, Palermo, Napoli, Roma. Il titolo, ispirato allo storico Milano, Italia di Rai3, sarà Chiambretti, Italia 1. Manterrò il mio stile” spiega Chiambretti. Lo stesso presentatore, attualmente in Radio, su Rai Radio Due, con il programma “Chiambretti Ore 10 – Solo per numeri 10”, potrebbe presto tornare in Rai. “Sono nato in Rai, conosco tutti. Ora ho un contratto con Mediaset. Ma credo che la carriera di un professionista debba chiudersi con un cerchio. Giancarlo Leone dice cose gentili su di me, forse in futuro…”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.