Gialappa’s Band: “Avremmo voglia di fare un nuovo programma ma…”


La Gialappa’s Band è salita alla ribalta grazie ad uno dei programmi Mediaset più geniali degli ultimi anni: stiamo parlando del vecchio “Mai dire Gol“, coniugato poi col passare degli anni in “Mai dire Tv”, “Mai dire maik”, “Mai dire Domenica” e “Mai dire Lunedì”. Un programma storico, che ha visto passare alcuni fra i comici più geniali e divertenti degli ultimi venti anni: stiamo parlando di Aldo Giovanni e Giacomo, Maurizio Crozza, Antonio Albanese, Fabio De Luigi, Paola Cortellesi, Neri Marcorè, Luca & Paolo, Lucia Ocone, giusto per citarne alcuni. Sono in tanti a rimpiangere quel programma, che in qualsiasi collocazione venisse inserite, raggiungeva ottimi ascolti. Secondo il direttore di Italia Uno, Luca Tiraboschi, la scelta della Gialappa’s è stata chiara: rinunciare a quel programma, per concentrarsi solo su Mai dire Grande Fratello, in onda su Canale 5, dove il trio commenta le scene più assurde e divertente della casa del reality Mediaset. Il trio, composto da Marco Santin, Carlo Taranto e Giorgio Gherarducci, però non ci sta. “Con serietà Tiraboschi potrebbe dire la verità. Che non gli piacciamo particolarmente. Legittimo, però non dica che siamo noi che non vogliamo fare altro. Non è un problema economico, rinnovando il contratto sapevamo sarebbe stato così. Non incolpiamo nessuno, neanche Tiraboschi che è libero di fare le sue scelte. Ma non dicano che siamo noi che non abbiamo voglia di fare” spiega la Gialappa’s Band. Chissà se nei prossimi mesi ci sarà qualche spiraglio per un nuovo programma a Mediaset o se il trio potrebbe emigrare in altri lidi, come La7, rete recentemente molto attenta alla satira e alla comicità.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.