Matador, il rapporto tra potere e giornalismo in tv: da questa sera su Rai Due


Sarà Enrico Mentana il primo giornalista analizzato dal programma “Matador“, una produzione originale di Simona Ercolani, a cui collaborano Andrea Felici, Tommaso Marazza e Claudio Moretti. Il programma, sottotitolato “Biografie semi-autorizzate di anchorman di successo“, vuole fare luce sulle carriere di quattro fra i giornalisti televisivi più famosi d’Italia: Enrico Mentana, Bruno Vespa, Gad Lerner e Michele Santoro. Il programma vuole analizzare l’evoluzione del rapporto fra potere e giornalismo tv, passando appunto dalle carriere di questi quattro grandi anchorman di successo. “L’atteggiamento dell’anchorman è un pò quello del matador. Sono loro i protagonisti dell’arena. Il vuoto della politica ha fatto debordare la magistratura e il giornalismo, sia in tv sia nella carta stampata. È una categoria che ha molta più credibilità di un tempo rispetto ai politici, che la credibilità l’hanno persa” spiega l’autrice, Simona Ercolani. Matador parte dunque questa sera, alle 23.40 circa, su Rai Due, con la prima puntata, dedicata ad Enrico Mentana: si partirà dall’esperienza al tg Rai, passando per il grande salto con la creazione del Tg5 e del format Matrix, concludendo con la sua attuale esperienza a La7. A commentare e raccontare l’esperienza giornalistica di Enrico Mentana, ci saranno alcuni fra i più importanti giornalisti italiani, da Ferruccio De Bortoli e Ezio Mauro, passando per i colleghi di Mentana, come Cristina Parodi, Vincenzo Mollica, Clemente Mimun e tanti altri.

Pietro Gugliotta

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.