Enrico Ruggeri: “a X Factor non sarò buonista”


Qualche giorno fa vi riportavamo le dichiarazioni di Mara Maionchi in merito alla quarta edizione di X Factor. Questa volta tocca a Enrico Ruggeri dire la sua sul talent show che ha lanciato la carriera di Giusy Ferreri, Noemi e Marco Mengoni. L’ex conduttore de Il Bivio non ha solo spiegato quale sarà il suo ruolo nella trasmissione ma ha anche definito il compito dei restanti giudici di X Factor 4: Anna Tatangelo ha il suo pubblico, noi il nostro. Io ed Elio, poi, non ci assomigliamo come espressione ma siamo simili come estrazione: milanesi, con gusti musicali vicini, entrambi sulla cinquantina. Mara è un discografico, ma è milanese anche lei. Bisognava equilibrare la giuria. E la Regina di Sora ci sta benissimo. Finora abbiamo ascoltato 400 ragazzi, con altrettanti pezzi. Tolti 20, noti a entrambi, i restanti 380 o li conoscevo io, o lei. Sulle novità Anna è più preparata di me. L’ultima volta che ho comprato un album è stato nel 1981.
Di certo Ruggeri non avrà l’incarico di essere il buono della situazione, infatti ha già anticipato che “non sarò buonista. Se arrivano il nero immigrato, il gay discriminato o quello che ha perso il padre il giorno prima, e non sanno cantare, non passano”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.