Simpson: accordo tra i doppiatori e la Fox


Avevamo parlato negli ultimi giorni della possibilità che la serie televisiva i Simpson, una delle serie in cartoni animati più amata dagli adulti per le loro irriverenza e per l’ironia che da sempre utilizzano per descrivere la società contemporanea in cui viviamo, potesse chiudere per sempre. La causa principale di tutte queste problematiche andava ricercata negli scontri tra la Fox, la casa produttrice della serie, e i doppiatori.

I doppiatori stavano infatti cercando di protestare contro un abbassamento sin troppo elevato del loro stipendio. I produttori avevano infatti richiesto un taglio del 45% sullo stipendio che i doppiatori avevano percepito sino a quel momento, un  taglio effettivamente molto drastico. Nei giorni successivi all’iniziale scontro i doppiatori avevano fatto una controfferta ai produttori: avrebbero infatti accettato un taglio pari al 30% sul loro stipendio ma solo se gli fosse stato concesso di ricevere una percentuale sui profitti annui della serie televisiva e dei gadget Simpson. Inizialmente i produttori non avevano preso in considerazione questa offerta ma oggi le acque sembrano essersi calmate del tutto e sembra finalmente che produttori e doppiatori siano arrivati ad un accordo.

I fan dei Simpson possono quindi almeno per adesso stare tranquilli perché un contratto è già stato firmato da entrambe le parti, un contratto che prevede la realizzazione delle prossime due stagioni della serie televisiva.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.