Travaglio ironizza sulla sospensione di Santoro


È stato messo in atto un provvedimento disciplinare nei confronti di Michele Santoro a causa delle dichiarazioni fatte nei confronti di Mauro Masi. In una puntata di Annozero, il giornalista, aveva mandato a “fanbicchiere” il direttore Masi; è per questo che l’ex conduttore di Samarcanda non potrà andare in video con la sua trasmissione per dieci giorni a partire da lunedì 18 ottobre. Nella nota diffusa da Viale Mazzini si accusa Santoro di aver utilizzato il mezzo televisivo per fini personali e per aver offeso gratuitamente il direttore generale.
Marco Travaglio ha voluto dire la sua in merito alla sospensione di Michele Santoro, ovviamente il giornalista lo fa alla sua maniera, ironizzando sul provvedimento messo in atto dalla Rai: Sono d’accordo con la decisione. Hanno fatto benissimo a sospendere Santoro e la sua trasmissione. Anzi, sa cosa le dico? Io avrei fatto di più. Se fossi stato in Berlusconi e in Mediaset avrei licenziato Santoro e i suoi redattori. Non si può permettere a un conduttore di fare così tanti ascolti e di portare così tanti soldi all’azienda concorrente, in questo caso la Rai. Naturalmente la mia è una provocazione…
Annozero dovrebbe ritornare in onda giovedì 28 ottobre.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.