Pippo Baudo: “Prendo il 75% in meno del compenso di altri conduttori”


Da questa sera Pippo Baudo tornerà  al timone di Novecento, programma Amarcord della Rai che ha avuto un grosso successo nelle passate stagioni televisive. Pensate che il conduttore più famoso della tv non abbia nulla da dire sulla nuovo anno in tv che lo aspetta? Ovviamente no. Pippo Nazionale fa sapere di essere trattato in malo modo dalla televisione di Stato: Quest’estate pensavo di avere chiuso con la tv, in Rai non mi volevano più. Va bene, mi sono detto, ho fatto cinquantuno programmi, forse possono bastare. Però la gente continua a fermarmi per strada. Ai giovani che mi chiedono l’autografo cosa dico? Rivolgetevi al settimo piano di viale Mazzini?
Baudo non si tira indietro nel polemizzare sui compensi dei conduttori della Rai. Il suo “stipendio” è nettamente inferiore a quello di altri chiacchierati presentatori: Domani devo firmare un contratto biennale che mi legherà alle tre reti Rai e che moralmente ho già firmato. Prendo il 75% in meno rispetto ai compensi dei miei colleghi ’alti’ di cui non faccio i nomi ma dei quali si è parlato molto in questi giorni. Mai un artista è stato così deprezzato. Se vogliono lo sconto io glielo faccio, non è una questione di soldi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.