Renato Zero contro i talent: “un Pavarotti non si costruisce in un mese”


Renato Zero si scaglia non solo contro i talent, ma in generale contro la tv. L’occasione si è presentata durante la promozione del suo ultimo cd + dvd ‘Presente Zeronovetour’. Il cantane romano si è scagliato contro i vari talent della tv italiana, accusandoli di essere scarsamente interessati dalle capacità dei concorrenti: «non riescono a far uscire il meglio dalle persone. Fanno dei danni. Hanno la stessa logica di mercato delle major: “Mettiamo in gara 12 cavalli, uno vincerà”. Un Pavarotti non si costruisce in un mese. La gavetta non si fa davanti alle telecamere, che brutalizzano, ma nell’ombra e nel silenzio».
Renato Zero ha avuto da ridire anche sull’operato dei reality show: «Non dico che non debbano esistere. Ma nelle varie “isole” non esce il meglio di noi stessi. Più litighi e hai un’immagine volgare, più funzioni. Fermare questo palinsesto è difficilissimo. L’unica cosa è andare al cinema: non siamo obbligati a subire un certo tipo di proposte». Il cantante si è tolto qualche sassolino dalla scarpa dopo la partecipazione di suoi figlio adottivo durante l’edizione appena conclusa dell’Isola dei Famosi.
Il monito lanciato da Zero riguarda in generale la tv: «Non fa male a nessuno manifestare le proprie idee. Ma la tv sembra fatta per non farci dire nulla. E allora ci rimane la piazza. Non dico piazza San Giovanni, va bene anche quella sotto casa, per confrontarsi e raccontarsi».

1 Commento su Renato Zero contro i talent: “un Pavarotti non si costruisce in un mese”

  1. Anche Michele Cucuzza, nel suo blog riporta la notizia della dichiarazione di Renato Zero e sono curiosi i commenti degli utenti a proposito dei reality..vi invito a leggerli. 

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.