Emanuele Filiberto e Pupo condurranno Ciak si canta!


È ufficiale: la coppia ‘reale’ Pupo – Emanuele Filiberto condurrà Ciak si canta! I due partecipanti dell’appena passata edizione del festival di Sanremo faranno ufficialmente il bis: una volta terminato l’appuntamento con I Raccomandati si dedicheranno anima e corpo (si fa per dire) al programma che inizialmente avrebbe condotto Pino Insegno in coppia con l’attuale miss Italia Miriam Leone.

[ad]

L’ex componente della Premiata ditta ha visto “scipparsi” dalle mani Ciak si canta! (che a sua volta aveva “rubato” a Eleonora Daniele, conduttrice della prima edizione) a causa dello sfortunato (se non disastroso) show di prima serata Insegnami a sognare, che ha totalizzato un misero 13%.
I dati d’ascolto non troppo lusinghieri dello spettacolo di Pino Insegno hanno fatto riflettere i vertici Rai, i quali hanno pensato bene di non rischiare una chiusura preventiva anche con Ciak si canta! e preferendo la ‘consolidata’ conduzione di  Emanuele Filiberto e Pupo (che inoltre sta godendo un’ottima promozione mediatica a causa del polverone suscitato a Sanremo).
Quello che si prospetta è un quadro più che apocalittico: dopo I Raccomandati dovremo sorbirci la ‘simpatia’ del principe per ancora lungo tempo. Ci auguriamo che per Emanuele Filiberto arrivi il prima possibile l’esilio, se non sarà personale che almeno sia televisivo.

3 Commenti su Emanuele Filiberto e Pupo condurranno Ciak si canta!

  1. Sono contento per il Principe e spero e mi piacerebbe da cittadino italiano poterlo vedere un giorno perchè no, Re d’Italia e modestissimamente spiego perchè. Pertroppo ho ascoltato discorsi fatti in modo troppo affrettati e purtroppo anche politicizzati che invece non dovrebbero esserlo. La questione non è difendere Casa Savoia ma fare un’analisi precisa dell’epoca e degli eventi storici. L’epoca in cui hanno regnato era caratterizzata dalle guerre, imperialismo ecc. tutte le nazioni anche quelle che oggi sono democratiche ed evolute come Gran Bretagna, Spagan, Francia , Germania ecc. anche se in epoche diverse e più o meno ravvicinate sono nate nelsangue, per non parlare dell’imperialismo che Gran Bretagna, Francia Usa hanno esercitato in quel periodo non adeguarsi sarebbe stato far risucchiare l’Italia verso queste nazioni ecc. insomma tutti in quell’epoca eravamo un po barbari dove a vincere era la violenza. Gli unici errori sono stati fatti a cedere l’Italia ai fascisti? E’ vero ma la colpa fondamentale all’epoca è stata della sinistra che non riuscì ad opporsi con coraggio a quel tipo di svolta che nacque su moti nazionalistici partendo da Fiume che il fascismo riuscì a portare all’Italia mentre la sinistra se la faceva scappare. Questa è storia e bisognerebbe leggerla bene per poterla capire previo l’obbiettività degli storici. L’ultimo Re d’Italia duranter la guerra ha commesso un solo grave errore perchè in ostaggio del regime di allora e cioè quello delle leggi razziali, ciò si capisce dall’evolversi degli eventi di allora come l’arresto di Mussolini, la figlia uccisa nel lagher nazista ecc.
    La colpa è solo ed esclusivamente dell’ultimo Re d’Italia e non può a mio modesto parere sugli eredi non solo per questo motivo ma anche perchè il Principe Emanuele Filiberto è un ragazzo intelligente, brillante, ha personalità ama il suo Paese, rappresenta sicuramente un futuro importantissimo per l’Italia. Per esempio Emanuele Filiberto Re e Berlusconi o Prodi presidente del consiglio l’Italia si sarebbe mossa più velocemente a diffrenza invece dei continui cambi presidenziali che possono incidere a secondo delle diverse personalità culturali che vanno ad intreppretare questo ruolo. E’ un parere personale e spero che possa risultare un contributo interessante. Da cittadino

  2. Vorrei se permettete approfondire un lato della storia d’Italia, certamente i moti d’Annunziani hanno ispirato il fascismo, il saluto romano e la divisa ne sono un esmpio all’indomani dell’occupazione di Fiume da parte del poeta con i suoi fedelissimi leggionari reduci della grande guerra. E’ vero il Re avrebbe potuto apporre l’esercito ai fascisti ma siamo sicuri che in Italia tale atteggiamento non avrebbe procurato una guerra civile? La stessa che poteva scoppiare all’indomani della fine della 2 guerra mondiale quando il Re decise l’esilio per scongiurare un’altro pericolo del genere. Allora a mio avviso bisogna giudicare nel male e nel bene, da questo punto di vista sono state evitate due guerre civili che sicuramente non avrebbero permesso lo sviluppo economico cui oggi tutti gli italiano se ne giovano. Se poi facciamo un passo indietro ci rendiamo conto quanto importante sia stata l’unificazione politica dell’Italia che comunque ha portato sviluppo e progresso a tutti che non sarebbe stato possibile in un Italia divisa dove bisogna svolgere un importante ruolo di politica internazionele per poter godere anche dei vantaggi economici che ripeto non si potevano avere prima. Bisogna essere obbiettivi, imparare la storia e non ideologigi perchè questi per troppi anni sono stati i limiti della politica italiana. Da cittadino

    potevano portare l’Italia

  3. Pupo è veramente un ottimo professionista…a me piace molto e ha ottenuto buonissimi ascolti

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.