Checco Zalone: «Sono il miglior cantante degli ultimi 150 anni»


checcozaloneDopo gli speciali di Zelig che hanno visto Enrico Brignano ed Ale e Franz, arriva il momento di un altro protagonista delle ultime stagioni del famoso show televisivo. Registrato il 24 e 25 Settembre al Teatro Ariston di Sanremo, ieri, Domenica 11 Ottobre, è andato in onda su Canale 5 alle 21:30 “Checco Zalone Show”, spettacolo del l’omonimo cabarettista, famoso per il suo personaggio di cantante neomelodico.

[ad]

E’ così che, ieri sera, su Canale 5, Checco Zalone si presenta al pubblico e ai telespettatori: «Sono il miglior cantante degli ultimi 150 anni», seguitando satira sul premier Berlusconi e lo scandalo di Palazzo Grazioli che lo vede coinvolto.
Sulle note di Fabrizio De Andrè, ha fatto della simpatica ironia sulle cene a Palazzo Grazioli, evocando persino l’imprenditore Tarantini. E, tra una nota de La canzone di Marinella e l’altra de Il Pescatore, vengono confabulate parole contro il Premier: «a Villa Certosa/ pensava soltanto ad una cosa».

Tanti commenti sono partiti sulle canzoni dei volti della musica, come Zero Assoluto, ospiti in studio con la loro “Per Dimenticare”, poi travisata da Checco. Da Gianni Allevi a Jovanotti, Checco Zalone fa satira anche sul gossip di questi ultimi tempi, sul palinsesto Mediaset, sui programmi della De Filippi, sul nuovo modo di comunicare, affiancato da Arisa in questa performance.

[ad]

La parola, poi, passa alla Puglia, definita da Zalone «terra di burrate, taralli e ragazze che viaggiano anche loro in aereo così arrivano fresche». Poi, lo show si concentra su Verdi e la sua “Va Pensiero” trasformandola in inno nazionale. Aiutato dal paroliere Marco Materazzi, Checco Zalone riesce a coinvolgere tutto il pubblico fino a fare di loro una squadra compatta con la mano sul cuore per cantare il nuovo inno italiano, modificato da Mr Zalone e il re delle testate 2006.

Dopo averlo affiancato per tutta la serata nei panni di una simpatica ed abile valletta, la comica di Zelig, Teresa Mannino, lo accompagna fino all’epilogo della serata, cantando con Checco la sua “Siamo una squadra fortissimi” inno dei mondiali 2006.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.